LUOGHI

Contaminazioni, trasformazioni e nuove realizzazioni: i luoghi del Gruppo Prada, siano essi palazzi storici, recuperi industriali o edifici all’avanguardia, sono esempi di una filosofia aziendale che guarda all’ambiente di lavoro come ad uno spazio in cui storia, cultura, natura e rispetto per le persone si fondono in soluzioni architettoniche dalla forte identità.

L’estetica delle sedi accenna a un’etica calvinista del lavoro: sono scatole minimaliste che racchiudono al loro interno l’operosità del Gruppo; l’architettura delle fabbriche rappresenta la volontà di integrare progetto e natura con politiche costruttive responsabili; i negozi sono la massima espressione dell’identità dei marchi e della continua ricerca di soluzioni innovative.

SEDI

Le sedi del Gruppo Prada sono ambienti nei quali l’ecclettismo delle idee si trasforma in attività.

Edifici che custodiscono tra le mura storie di persone, creatività e produzione, come la sede di via Bergamo a Milano, un laboratorio esteticamente essenziale e funzionalmente flessibile nel quale il lavoro quotidiano scorre senza sosta; l’headquarter industriale del Gruppo a Valvigna, in provincia di Arezzo, in equilibrio tra architettura e natura; l’iconica fabbrica Church’s a Northampton, storico edificio che ospita la produzione delle tradizionali calzature inglesi.

SITI PRODUTTIVI

Preservare il territorio, recuperare l’esistente e mitigare l’impatto paesaggistico dell’architettura sono le scelte che hanno orientato lo sviluppo industriale del  Gruppo Prada nel corso degli anni. A ciò si è affiancato progressivamente un percorso volto all’ottimizzazione dell’efficienza energetica delle strutture e ad una sempre maggiore attenzione agli spazi verdi. Obiettivi che trovano la loro massima espressione nelle “fabbriche-giardino” progettate dall’architetto Guido Canali per il Gruppo, nella ricerca di un sottile equilibrio tra  lavoro dell’uomo e natura.

Sviluppo industriale
Il Gruppo Prada si focalizza su un’intensa attività di investimenti in ambito industriale, con una visione a lungo termine orientata allo sviluppo tecnologico degli impianti e dei processi, e alla tutela del saper fare acquisito in oltre un secolo di storia.

Nel quadro della strategia di sviluppo industriale del Gruppo, finalizzata a mantenere e incrementare al proprio interno i processi produttivi più delicati e specifici,  a partire dal 2016 si è avviato un piano di attività che ha visto portare a termine diversi progetti di riqualificazione industriale, in particolare in Italia, con l’obiettivo di rafforzare il controllo sul ciclo produttivo e migliorare le performance ambientali.

Inoltre nel 2017 è stato inaugurato un nuovo polo logistico del Gruppo Prada, in provincia di Arezzo, progettato da Guido Canali.

NEGOZI

Identità distributiva

La volontà di rispondere alla società con stimoli diversi e sempre nuovi, porta il Gruppo Prada a indagare forme di espressione inedite, anche in ambito retail.

Il Gruppo concepisce i propri negozi come dei luoghi eclettici nei quali offrire  al cliente un’esperienza unica a contatto con l’universo e i prodotti di ciascun marchio.

La rete distributiva del Gruppo - nella quale convivono negozi storici, store sperimentali e punti vendita più tradizionali -, si completa con una selezione di spazi dedicati presso department store, e-commerce dei singoli marchi, ed e-tailers.

Negozi come strumento di innovazione
Per indagare i mutevoli linguaggi dello shopping, e permettere ai propri marchi di beneficiare di negozi sempre contemporanei, il Gruppo Prada ha collaborato con alcuni tra gli studi di architettura più prestigiosi su scala internazionale al fine di sviluppare innovative soluzioni in ambito retail.

Da questi incontri nascono alcuni concept sperimentali, sviluppati in parallelo rispetto ai canali di vendita tradizionali, per indagare i molteplici universi che arricchiscono l’esperienza d’acquisto: non solo spazi che esaltano la cerimonia di vendita e il servizio, ma palcoscenici di comunicazione e cultura.

Strutture architettoniche inconsuete,  nuove tecniche espositive e di illuminazione, strumenti digitali con funzionalità all’avanguardia, sono alcune delle particolarità dei concept store del Gruppo.

Come nel caso dei tre Epicentri Prada a New York, Los Angeles e Tokyo, edifici che reinventano l’esperienza d’acquisto e segnano un importante avamposto sul territorio cittadino; o la boutique Miu Miu nel distretto di Aoyama a Tokyo, pensata come una casa intima e discreta. 

A questi progetti si affiancano i monomarca tradizionali con le loro identità in continuo aggiornamento che tavolta trovano casa in edifici storici riqualificati, come il negozio Miu Miu a Bologna o gli spazi Prada di Salisburgo.

SUGGERIMENTI
KNOW-HOW
Archivio tessuti
PROGETTI SPECIALI
Prada Transformer
Excursus
Luna Rossa