shaping a sustainable future society
8 Novembre 2019 - Prada USA Headquarters

“Shaping a Sustainable Future Society” è stata la terza edizione del programma di incontri "Shaping a Future" promosso dal Gruppo Prada.

La conferenza di quest'anno ha esplorato il concetto di responsabilità sociale nelle imprese e nella società, nel tentativo di dare una definizione esaustiva di questo termine. I relatori hanno riflettuto sull'obbligo morale delle imprese, delle istituzioni e dei leader accademici di creare un ambiente che promuova la libertà, l'uguaglianza e la giustizia.

OFF

I PARTNER

LA CONFERENZA

I RELATORI in ordine alfabetico

DAVID ADJAYE
Architetto
OFF
DAVID ADJAYE

Sir David Adjaye OBE è il fondatore e direttore dello studio Adjaye Associates. Nato in Tanzania da genitori ghanesi, grazie alle sue capacità scultoree, all’uso ingegnoso dei materiali e a un ampio ventaglio di fonti di ispirazione, è riuscito ad affermarsi come architetto, dalla visione e dalla sensibilità tipiche di un artista. 

A oggi il suo progetto più imponente, del valore di 540 milioni di dollari, è lo Smithsonian Institution National Museum of African American History and Culture, inaugurato presso il National Mall di Washington DC nell’autunno del 2016 e definito “evento culturale dell’anno” dal New York Times. 

Nel 2017 è stato nominato Ufficiale dell’Ordine dell’Impero britannico dalla Regina Elisabetta II e inserito dal TIME nella lista delle 100 persone più influenti dell’anno.

AMALE ANDRAOS
Preside della Graduate School of Architecture, Planning and Preservation della Columbia University
OFF
AMALE ANDRAOS

Amale Andraos è preside della Graduate School of Architecture, Planning and Preservation della Columbia University. Impegnata nella ricerca progettuale, i suoi scritti si sono concentrati sui cambiamenti climatici e il loro impatto sull’architettura, oltre che sulla questione della rappresentazione delle soluzioni globali nell’epoca attuale. Tra le sue pubblicazioni più recenti vi sono We'll Get There When We Cross That Bridge (Monacelli Press, 2017),The Arab City. Architecture and Representation, scritto insieme a Nora Akawi (Columbia Books on Architecture and the City, 2015), 49 cities (Inventario Press, 2015) e Above the Pavement, the Farm! curato in collaborazione con Dan Wood (Princeton Architectural Press, 2010). Amale Andraos è co-fondatrice di WORKac, uno studio con sede a New York che si dedica a progetti di architettura che reinventano il rapporto tra ambiente urbano e naturale. WORKac è stato di recente nominato migliore studio di progettazione degli Stati Uniti da Architect Magazine ed è stato eletto “New York State Firm of the Year” da AIA. WORKac ha raggiunto notorietà internazionale per progetti come il Miami Museum Garage nel Design District di Miami, The Edible Schoolyards presso P.S. 216 di Brooklyn e P.S. 7 ad Harlem, una biblioteca pubblica per Kew Gardens Hills, nel Queens, lo Stealth Building di New York e un nuovo centro studentesco per la Rhode Island School of Design. Tra i progetti in corso vi sono un grande complesso residenziale in Libano, il Beirut Museum of Art, una nuova biblioteca pubblica a North Boulder, in Colorado, e nuovi uffici per la sede centrale di una banca a Lima, in Perù. Amale Andraos ha insegnato in numerose istituzioni, tra cui le università di Princeton e Harvard e l’American University di Beirut. Fa parte del consiglio di amministrazione dell’Architectural League di New York, dell’International Advisory Committee della Faculty of Engineering and Architecture dell’AUB e del consiglio consultivo del New INC di New York.

Richard Armstrong
Direttore della Solomon R. Guggenheim Foundation e del Solomon R. Guggenheim Museum di New York
OFF
Richard Armstrong

Richard Armostrong è direttore della Solomon R. Guggenheim Foundation e del Solomon R. Guggenheim Museum dal 2008 ed è parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione. In precedenza, Armstrong è stato Henry J. Heinz II Director (1996-2008) presso il Carnegie Museum of Art di Pittsburgh. Inoltre, ha ricoperto cariche curatoriali presso il Carnegie Museum of Art (1992-96), il Whitney Museum of American Art (1981-1992) e il La Jolla Museum of Contemporary Art in California (1975-79). Originario di Kansas City, Missouri, Armostrong si è laureato al Lake Forest College, Illinois, con una laurea in Storia dell'Arte, dopo aver studiato presso l’Università di Digione e l’Università di Parigi, Sorbona.

SIMONE BARLAAM
Campione Paralimpico
OFF
SIMONE BAARLAM

Simone Barlaam (Milano, 12 luglio 2000) è cresciuto a Milano e ha frequentato il 4 anno di liceo in Australia dove, nel frattempo, si è anche allenato duramente.

Da exchange student a soli 17 anni ha vinto i suoi primi due titoli mondiali di nuoto a Città del Messico. A dicembre 2017 ha fatto il suo esordio in nazionale ai Campionati Mondiali IPC di Mexico City, conquistato in quell’edizione due medaglie d’oro nei 50 e 100 metri stile libero, categoria S9, un argento nella 4×100 stile libero, staffetta mista a 34 punti, e un bronzo nei 100 metri dorso, categoria S9. Nel 2018 ha partecipato ai NSW State Open Championships di Sydney (Australia) dove ha conquistato 3 ori (50-100-400 stile) e alla Coppa del Mondo di Lignano Sabbiadoro, durante la quale ha ritoccato il record europeoi con il tempo di 25.17 aggiudicandosi anche la tappa. Ai Mondiali di Londra 2019 conquista 6 medaglie di cui 5 ori e 1 argento con 4 Record del Mondo (rispettivamente nei 50 stile libero S9, 100 stile libero S9, 100 dorso S9 e nella staffetta 4x100 stile libero). 

Palmares:

• 7 ori Mondiali + 2 argenti e 1 bronzo
• 4 ori Europei + 1 argento
• 19 ori Assoluti + 8 argenti e 2 bronzi
• 10 ori Giovanili + 2 argenti 

Attualmente Simone ha superato le selezioni e si è iscritto alla Facoltà di Ingegneria all’Università del Politecnico di Milano. Il suo sogno è quello di ideare delle protesi alternative e delle nuove handbike.

RAFFAELLA CAGLIANO
Vicedirettrice vicaria del Dipartimento di Ingegneria gestionale e professoressa di Gestione e organizzazione aziendale, School of Management del Politecnico di Milano
OFF
RAFFAELLA CAGLIANO

Raffaella Cagliano è professoressa ordinaria presso la School of Management del Politecnico di Milano nel settore dell’Ingegneria economico-gestionale.
Membro della Core Faculty della School of Management, è vicedirettrice vicaria del Dipartimento di Ingegneria gestionale e membro del comitato esecutivo della Graduate School of Business del Politecnico di Milano, università presso cui dirige anche l’osservatorio Food Sustainability.

Stimata esperta di gestione delle operazioni e sostenibilità, si è laureata in Management, Economics and Industrial Engineering presso il Politecnico di Milano, e qui ha conseguito il dottorato nello stesso campo di studi.
Attualmente svolge attività di ricerca principalmente nel campo delle strategie di produzione e di gestione della supply chain, con una particolare attenzione a pratiche, modelli e paradigmi organizzativi nello sviluppo di soluzioni sostenibili.

Raffaella è autrice di diversi libri e oltre 40 articoli pubblicati su riviste internazionali. Nel 2018 è stata insignita di una fellowship della European Operations Management Association. Membro del network “Organizing for Sustainable Effectiveness” dal 2010, ha organizzato diversi convegni e workshop internazionali di primo piano.

KATE CRAWFORD
Scrittrice, compositrice, produttrice e accademica
OFF
KATE CRAWFORD

Kate Crawford è un’autorevole ricercatrice e professoressa che negli ultimi dieci anni si è dedicata allo studio delle implicazioni sociali dell’intelligenza artificiale. È inoltre Distinguished Research Professor presso la New York University, dove ha cofondato l’AI Now Institute, il primo istituto di ricerca dedicato allo studio delle implicazioni sociali e culturali dell’intelligenza artificiale. Principal Researcher del Microsoft Research Lab di New York, Kate è la prima visiting chair in Intelligenza Artificiale e giustizia dell’École Normale Supérieure di Parigi. Le sue ricerche sono state pubblicate su NatureThe New York TimesThe Washington Post e Harper’s Magazine. Kate è stata consulente di diversi decisori politici presso le Nazioni Unite, la Federal Trade Commission e l’Unione Europea, ed è l’autrice del volume Atlas of AI, di prossima uscita per la Yale University Press (2020). Di recente, ha inaugurato con l’artista Trevor Paglen una mostra all’Osservatorio Fondazione Prada di Milano dal titolo “Training Humans”, la prima esposizione fotografica dedicata alle dinamiche dell’uso delle immagini cosiddette “di training”, impiegate per creare e allenare i sistemi di intelligenza artificiale. 

MARIAROSA CUTILLO
UNFPA – Chief of Strategic Partnerships
OFF
MARIAROSA CUTILLO

Mariarosa Cutillo è Chief of Strategic Partnerships nella divisione Communications and Strategic Partnerships dell’UNFPA (Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione). 

Mariarosa si è laureata nel 1995 in Diritto internazionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica di Milano, specializzandosi successivamente in Diritti umani ed Economia aziendale, con particolare attenzione alla sostenibilità sociale e ambientale.

Prima di approdare all’UNFPA, ha lavorato per oltre 20 anni nel privato, come direttrice dell’unità per la responsabilità sociale del Gruppo Benetton, e nel ruolo di presidentessa e CEO della fondazione UNHATE, sempre di Benetton. È stata inoltre direttrice di Valore Sociale per l’Impresa Responsabile (un’organizzazione di eccellenza sulla RSI promossa da stakeholder italiani) e consulente legale per diverse istituzioni su temi relativi alla sostenibilità d’impresa, e ha lavorato a lungo per l’ONG internazionale Mani Tese.

Mariarosa è stata professoressa di International Law Cases presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Milano-Bicocca e Senior Lecturer all’Università Cattolica di Milano, presso le Facoltà di Giurisprudenza e Scienze politiche e sociali. 

RAVI DHAR
George Rogers Clark Professor of Management and Marketing, Yale School of Management; Professore di psicologia presso il Dipartimento di Psicologia, Yale University; Direttore del Center for Customer Insights, Yale School of Management
OFF
RAVI DHAR

Il professor Dhar ha partecipato a progetti di ricerca pionieristici volti a comprendere i diversi fattori che influenzano pensieri e decisioni dei consumatori. Lavora come consulente per decine di aziende incluse nella lista “Fortune 100” in diversi settori, tra cui beni di consumo, sanità, high tech, servizi finanziari e beni di lusso, per le quali sviluppa best practices per la creazione e l’uso di customer insights.

Ravi ha all’attivo oltre 70 pubblicazioni scientifiche e siede nel comitato editoriale di diverse riviste di marketing di primo piano. L’American Marketing Association lo ha di recente dichiarato il secondo accademico più produttivo sulle riviste di marketing dal 2009 al 2016. Il professor Dhar ha ricevuto diversi premi per la sua attività di ricerca e di insegnamento, tra cui il Distinguished Scientific Contribution Award della Society for Consumer Psychology, il Distinguished Alumnus Award dell’Indian Institute of Management, e lo Yale School of Management Alumni Association Teaching Award. I suoi lavori sono spesso citati su riviste del calibro di Business WeekThe New York TimesThe Financial TimesThe Wall Street JournalThe EconomistUSA Today, e altri media di grande diffusione.

AMANDA GORMAN
Poetessa e Attivista
OFF
AMANDA GORMAN

All’età di appena 21 anni, Amanda Gorman è già stata proclamata “il futuro grande nome della poesia americana”. Nel 2017 è stata nominata prima National Youth Poet Laureate degli Stati Uniti. Nata e cresciuta a Los Angeles, sta per laurearsi in Sociologia ad Harvard, dove è annoverata tra gli studenti più brillanti del suo corso. Dalla pubblicazione della sua prima raccolta di poesie all’età di 16 anni, i suoi scritti le sono valsi un invito alla Casa Bianca sotto la Presidenza Obama e la partecipazione a diversi eventi in cui ha recitato le sue opere per Lin-Manuel Miranda, Al Gore, l’ex Segretaria di stato Hillary Clinton, Malala Yousafzai, e tanti altri. Amanda ha inoltre letto i suoi versi per la CBS in occasione del Giorno dell’Indipendenza (4 luglio) e della Festa del Ringraziamento ed è intervenuta a svariati eventi negli Stati Uniti, in sedi quali la Library of Congress e il Lincoln Center. È stata insignita di diversi premi, tra cui un Genius Award di OZY Media, riconoscimenti da parte di Scholastic Inc. e YoungArts, un College Women of the Year Award della rivista Glamour, e un Webby Award. Attualmente scrive per la newsletter The Edit del New York Times e ha da poco firmato un contratto per due libri con Viking (del gruppo Penguin Random House) dopo un’accesa competizione tra otto editori. Di recente ha viaggiato in Slovenia per documentare i nuovi progetti di Prada nel settore della sostenibilità.

RULA JEBREAL
Analista di politica, estera, giornalista, romanziera e sceneggiatrice
OFF
RULA JEBREAL

Rula Jebreal è visiting professor alla University of Miami, dove insegna Comunicazione e Scienze politiche, oltre che membro del G7 Gender Equality Advisory Council, un comitato recentemente rilanciato dal Presidente francese Emmanuel Macron.

Giornalista pluripremiata, scrittrice ed esperta di politica estera, Jebreal ha ricevuto diversi riconoscimenti per i suoi lavori rivoluzionari in Italia, negli Stati Uniti e in Medio Oriente.

Nel maggio del 2017 ha introdotto l’intervento sulla sicurezza alimentare e il cambiamento climatico di Barack Obama al Global Innovation Summit, in quella che fu la sua prima apparizione pubblica in Europa da ex Presidente degli Stati Uniti.

In quanto esperta di politica estera, Jebreal è spesso ospite di reti televisive quali CNN, MSNBC Bloomberg, HBO e NBC; ha inoltre scritto diversi editoriali per pubblicazioni quali New York TimesWashington PostNewsWeek e Time.

Rula Jebreal è stata anche visiting professor all’American University of Rome (AUR), dove ha avuto un ruolo centrale nella creazione di una borsa di studio per rifugiati siriani di cui attualmente beneficiano sei studenti.

Recentemente insignita di un Doctorate  in Humane Letters ad honorem dall’American University Of Rome, Jebreal è membro del comitato consultivo dello U.S./Middle East Project.

KENT LARSON
Direttore del City Science, MIT Media Lab
OFF
KENT LARSON

Kent Larson dirige il gruppo di ricerca City Science (ex Changing Places) del MIT Media Lab. Il suo lavoro di ricerca si focalizza sullo sviluppo di interventi urbanistici in grado di creare nelle città zone più vivibili, ad alte prestazioni e dove fare impresa. I suoi progetti includono l’uso di tecniche avanzate di simulazione e realtà aumentata nel campo della progettazione urbanistica, proposte di micro-housing modulari e trasformabili per i millennial, sistemi di mobilità on-demand per creare un’alternativa alle automobili private e uno schieramento di urban living labs ad Amburgo, Andorra, Taipei, Boston. Larson e i ricercatori del suo team sono stati insigniti del “10-Year Impact Award” all’UbiComp 2014, un riconoscimento che premia a posteriori i lavori che hanno avuto il maggiore impatto sul decennio appena trascorso, superando la prova del tempo. Prima del MIT, Larson ha esercitato per una quindicina d’anni la professione di architetto nella città di New York, e i suoi progetti sono stati pubblicati su Architectural RecordProgressive ArchitectureGlobal ArchitectureThe New York TimesA+U e Architectural Digest. Il suo Louis I. Kahn: Unbuilt Masterworks è stato segnalato dalla New York Times Review of Books come uno dei dieci migliori libri di architettura del 2000, anno in cui è stato pubblicato. 

LIVIA POMODORO
Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, ex Magistrato e Presidente del Tribunale di Milano
OFF
LIVIA POMODORO

Laureata in Giurisprudenza all'Università di Bari, è entrata in magistratura nel 1965. E’ stata Capo di Gabinetto del Ministero della Giustizia, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Milano e Presidente del Tribunale di Milano.

È stata Vice Presidente della Commissione Provinciale Tributaria di Milano, componente del Consiglio di Amministrazione del Sole 24 Ore e dell’Università Bicocca di Milano nonché Vice Presidente dell’Internationalization Advisory Board di Banca Prossima.

La Professoressa Pomodoro è titolare della Cattedra UNESCO “Food: access and law” presso l’Università Statale di Milano, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Presidente del Milan Center for Food Law and Policy, Presidente dello “Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro”.
Inoltre, è componente del Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo e Presidente di Impact Advisory Board, componente del Consiglio Direttivo del Touring Club Italiano e membro esterno al Consiglio di Amministrazione della Fondazione Sodalitas.

Livia Pomodoro è insignita di numerosi titoli tra cui il diploma di Benemerito della Scuola della Cultura e dell’Arte (2013),il Cavalierato della Legion d’Onore (2013), il Cavalierato di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana (2015). Ha ricevuto infine numerosi premi tra cui il Premio Anima per la Cultura e il Premio per l’Europa Federico II (prima donna a riceverlo). 

GIANNI RIOTTA
Giornalista italiano
OFF
GIANNI RIOTTA

Vicepresidente esecutivo dell’Italy-US Council dal gennaio del 2018, Riotta insegna come Pirelli visiting professor presso il Dipartimento di Italianistica e Francesistica della Princeton University. È inoltre direttore del Data Lab della LUISS University e condirettore del Master in Open Government della LUISS School of Government, dove si occupa in particolare di digital humanities, scienze politiche, guerra cibernetica e sicurezza informatica.

Scrive per La Stampa, Foreign Policy, The Atlantic, ha condotto “Gianni Riotta Incontra” su Rai Storia, è stato direttore del Tg1 e del Sole 24 Ore, condirettore de La Stampa, vicedirettore del Corriere della Sera e, in precedenza, corrispondente da New York per Il Corriere della Sera e L’Espresso.

Nel 2015 ha fondato la startup “Catchy”, che si occupa di big data, politica, cultura e società, e che di recente ha ricevuto due Seals of Excellence dalla Commissione Europea e un finanziamento dal Digital News Initiative Innovation Fund di Google per studiare il fenomeno delle fake news.

Nel dicembre del 2017 è stato nominato membro dell’High Level Group della Commissione Europea sulle fake news, un tema di cui si è occupato anche al World Economic Forum di Davos.

Membro permanente del Council on Foreign Relations e dello staff editoriale di Foreign Policy, Riotta collabora anche con la BBC.

DOWNLOAD
Novembre 2019
BOOKLET “SHAPING A SUSTAINABLE FUTURE SOCIETY”
Novembre 2019
COMUNICATO STAMPA – “SHAPING A SUSTAINABLE FUTURE SOCIETY” EVENT OVERVIEW
Ottobre 2019
COMUNICATO STAMPA - IL GRUPPO PRADA PRESENTA LA CONFERENZA “SHAPING A SUSTAINABLE FUTURE SOCIETY”

THE EVENT: BEST OF

La giornata di Amanda Gorman

OFF

LO STUDIO

LA NATURA DELLE CONSIDERAZIONI ETICHE E IL LORO IMPATTO SUI CONSUMATORI
in collaborazione con lo Yale Center for Customer Insights

Lo Yale Center for Customer Insights (YCCI) ha collaborato con il Gruppo Prada per analizzare il modo in cui gli individui riflettono sulle problematiche sociali, e quanto le ritengano prioritarie, con particolare attenzione all’impatto di tali riflessioni sulle scelte di consumo.

Scarica Lo Studio
The nature and impact of ethical considerations among U.S. consumers


SCOPO E OBIETTIVI CHIAVE

- Fornire spunti iniziali di riflessione per stimolare il dibattito durante la tavola rotonda della conferenza.

- Comprendere meglio le opinioni, le riflessioni e le valutazioni dei consumatori riguardo vari aspetti della responsabilità sociale, tra cui: diversity, diritti umani, sostenibilità ambientale ed equità di trattamento.


METODO E CAMPIONE

Il metodo includeva una ricerca quantitativa tramite sondaggi online su un panel di intervistati fornito da Ipsos.

Il campione:

- Sondaggio rappresentativo (per età, genere e regione) di circa 1000 consumatori statunitensi che negli ultimi 12 mesi abbiano fatto un acquisto “premium” in uno dei seguenti settori: moda, auto, viaggi e tempo libero, elettronica di consumo.      

- All’interno del campione, sono stati selezionati i consumatori di moda di lusso, ~500 soggetti che negli ultimi 12 mesi abbiano acquistato un capo, una calzatura o un accessorio di valore superiore ai 500 dollari. 

 

APPROCCIO

L’indagine, prendendo in considerazione value chain, settori industriali e dati demografici, ha stabilito l’opinione dei consumatori riguardo a diversi aspetti della responsabilità sociale delle imprese.

Scopo dello studio è stato quello di analizzare i metodi scelti dalle imprese per migliorare le proprie pratiche e dimostrare il proprio interesse per le sfide che la società di oggi si trova ad affrontare. Nel sondaggio sono stati forniti esempi tangibili di decisioni prese dalle aziende a diversi livelli della value chain e i consumatori hanno avuto modo di valutare quali li hanno spinti maggiormente all’acquisto nei diversi settori industriali.

YALE BEHAVIORAL SCIENCE AND INSIGHTS EXPERTS in ordine alfabetico

RAVI DHAR
George Rogers Clark Professor of Management and Marketing, Yale School of Management; Professore di psicologia presso il Dipartimento di Psicologia, Yale University; Direttore del Center for Customer Insights, Yale School of Management
OFF
RAVI DHAR

Il professor Dhar ha partecipato a progetti di ricerca pionieristici volti a comprendere i diversi fattori che influenzano pensieri e decisioni dei consumatori. Lavora come consulente per decine di aziende incluse nella lista “Fortune 100” in diversi settori, tra cui beni di consumo, sanità, high tech, servizi finanziari e beni di lusso, per le quali sviluppa best practices per la creazione e l’uso di customer insights.

Ravi ha all’attivo oltre 70 pubblicazioni scientifiche e siede nel comitato editoriale di diverse riviste di marketing di primo piano. L’American Marketing Association lo ha di recente dichiarato il secondo accademico più produttivo sulle riviste di marketing dal 2009 al 2016. Il professor Dhar ha ricevuto diversi premi per la sua attività di ricerca e di insegnamento, tra cui il Distinguished Scientific Contribution Award della Society for Consumer Psychology, il Distinguished Alumnus Award dell’Indian Institute of Management, e lo Yale School of Management Alumni Association Teaching Award. I suoi lavori sono spesso citati su riviste del calibro di Business WeekThe New York TimesThe Financial TimesThe Wall Street JournalThe EconomistUSA Today, e altri media di grande diffusione.

Jennie Liu
Direttore esecutivo dello Yale Center for Customer Insights e Docente di “Practice of Management” presso la Yale School of Management
OFF
JENNIE LIU

Jennie Liu insegna Practice of Management presso la Yale School of Management ed è direttrice esecutiva dello Yale Center for Customer Insights, dove insieme ai colleghi della Facoltà di Marketing cerca di mettere in pratica la teoria attraverso un portfolio di progetti con aziende leader. Negli anni ha collaborato con aziende di diversi settori, tra cui beni di consumo, tecnologia, alimenti e bevande, sanità e servizi finanziari.

Le sue ricerche si focalizzano sul ruolo delle emozioni nel marketing e su come reinventare le modalità tradizionali di comunicazione delle imprese per rispondere meglio ai reali processi decisionali dei consumatori. Prima di approdare a Yale, Jennie ha lavorato nel settore del beauty di lusso per Estée Lauder, dove era responsabile della crescita delle vendite e della quota di mercato del marchio Clinique in America del Nord, progettandone le strategie di vendita presso diverse catene di rivenditori tra cui Nordstrom, Saks Fifth Avenue, Neiman Marcus, Ulta e Sephora.

 

George Newman
Professore associato di Management e Marketing presso la Yale School of Management
OFF
GEORGE NEWMAN

George Newman è professore associato di Marketing e Management presso la Yale School of Management, e ha incarichi da associato anche presso il Dipartimento di Scienze cognitive della Yale University. Esperto di comportamenti d’acquisto e processi di decision-making dei consumatori, di recente si è concentrato su questioni relative ai concetti di autenticità, di identità e del sé. Ha pubblicato oltre 50 articoli su riviste scientifiche di primo piano, e le sue ricerche sono comparse su popolari organi di stampa quali New York TimesScientific AmericanThe Wall Street Journal e The Economist. Ha inoltre tenuto seminari di marketing e management per dirigenti di alto livello in Asia e America del Nord.

SCOPRI TUTTE LE EDIZIONI