restauro della galleria

Con un intervento di restauro straordinario, il Gruppo Prada - in collaborazione con Versace e con il contributo di Feltrinelli, la regia del Comune di Milano e l’alta sorveglianza della Soprintendenza ai Beni Artistici e Paesaggistici della città – ha restituito ai milanesi una Galleria Vittorio Emanuele II completamente rinnovata.

L’opera ha riscoperto l’originaria bicromia delle facciate, riportando all’attenzione del grande pubblico anche la figura del progettista, l’architetto Giuseppe Mengoni, e fornito dati e informazioni scientifiche per la futura conservazione del monumento.

Restauro della Galleria

OFF

I lavori, durati da marzo 2014 ad aprile 2015, sono stati realizzati grazie a un innovativo portale semovente che ha consentito l’attività del cantiere ventiquattro ore su ventiquattro con dodici restauratori, ed evitato di coprire la Galleria di impalcature per l’intera durata dei lavori.

La “struttura volante”, una speciale macchina che si appoggia a terra con otto elementi puntuali dall’ingombro minimo, veniva spostata durante la notte su binari alla fine di ciascuna fase di restauro.

Durante i lavori, oltre 200 studenti delle scuole primarie milanesi hanno avuto la possibilità di fare una visita guidata al cantiere; un’occasione per avvicinare i più piccoli a un monumento tanto importante per la città di Milano.

Per celebrare il completamento del restauro, è stata creata un’installazione caleidoscopica interamente rivestita di specchi, che moltiplicava la ricchezza delle facciate appena terminate. Il progetto è stato completato da postazioni con panche e binocoli per godere dei dettagli architettonici restaurati, che hanno consentito di ridare vita alla consuetudine, un tempo comune, di sedersi a chiacchierare in Galleria.

 

Il restauro
scoprire la galleria
SUGGERIMENTI
Ritratti
Antonella Casaccia - restauratrice
EXCURSUS
Il Gruppo Prada e il FAI
KNOW-HOW
Una visita a Northampton