Una visita alla Tannerie Limoges - storica conceria francese

Storica conceria francese specializzata nella concia delle pelli d’agnello, la Tannerie Limoges è un esempio di passione, cura ed esperienza.

Per oltre settant’anni questa struttura ha rappresentato l’eccellenza nella concia delle nappe “plongées”, una lavorazione tradizionale tipica della regione francese, che rischiava di scomparire per sempre.

La Tannerie è più che una struttura produttiva, negli anni è stata il punto di riferimento per le comunità locali, da cui provenivano la quasi totalità delle maestranze impiegate nella fabbrica.

Con l’acquisto nel 2014 da parte del Gruppo Prada la fabbrica è entrata a far parte della sua filiera di produzione diretta, e ha potuto quindi iniziare a contare su una produzione stabile. Grazie anche a un importante processo di riqualificazione delle strutture esistenti e di ammodernamento degli impianti produttivi, l’attività è ripresa a pieno regime e molte maestranze specializzate, con una preziosa esperienza lavorativa da dieci a vent’anni, sono state riassorbite.

Gli artigiani della Tannerie sostengono che la pelle sia una materia viva, che necessita di essere lavorata rispettando un delicato equilibrio tra chimica e meccanica, orchestrato da mani capaci che ne comprendano e valorizzino le caratteristiche specifiche come la morbidezza, la mano e la resa cromatica. Un saper fare irrinunciabile, che nessun macchinario potrebbe sostituire.

 Del connubio tra sperimentazione artigianale della conceria e struttura organizzativa del Gruppo Prada, hanno anche beneficiato i giovani entrati a far parte dell’organico, ora affiancati dai maestri a cui è affidato il compito di tramandare le finissime tecniche consolidate in così tanti anni di attività eccellente.

La Tannerie produce la nappa plongé, partendo da un semilavorato già conciato detto Wet Blue.

L’intero processo produttivo, della durata di tre settimane, inizia con le fasi di rasatura e di assottigliamento, che donano alla superficie uno spessore uniforme. 

Una volta terminata questa prima lavorazione, viene effettuato un controllo qualità intermedio, che permette di procedere con la tintura a umido e mandare in produzione solo i prodotti conformi agli standard. 

Segue la palissonatura, eseguita con un macchinario che ammorbidisce la “mano” e la rotondità del materiale.

Dopo questo passaggio, i pellami vengono nuovamente affinati e rasati per ottenere lo spessore richiesto, sottoposti a depolverazione, o spolveratura, e alla rifilatura che definisce e regolarizza i contorni.

Si prosegue poi con la spruzzatura, grazie alla quale le pelli ottengono lucentezza e protezione, assicurando il completo mantenimento delle proprie qualità.

Completata l’attività precedente, si passa alla stiratura a caldo, la fase conclusiva della produzione.

I minuziosi controlli qualitativi finali e la misurazione accertano l’eccellenza di ogni singolo centimetro di pelle. 

Suggerimenti
LUOGHI
Montevarchi
MARCHI
Miu Miu
GRUPPO
Manifesto