MEDIA

Comunicati stampa e Documenti

brand-prada-group

PRADASPHERE II

6 dicembre 2023

Milano, 6 dicembre 2023 – Prada inaugura Pradasphere II, una mostra aperta al pubblico per raccontare la storia e la cultura di Prada, dalle origini, dal 1913 fino ai giorni nostri, presso lo Start Museum di Shanghai, in Cina. Documentata attraverso una serie di storie scelte e curate dai co-direttori creativi Miuccia Prada e Raf Simons, la mostra è un compendio tanto ricco quanto intimo. Oltre 400 manufatti fisici e digitali tratti dall’archivio e dalle attività pluridecennali di Prada, che spaziano dall’arte all’architettura, dalla cultura allo sport. Dopo il successo della prima edizione del 2014, la mostra segue la traiettoria pionieristica di Prada, esplorando la sua visione del lusso, della bellezza e della moda come un atto intellettuale dall’impatto indelebile.

Allestita come uno sfarzoso Magazzino, Pradasphere II è uno spaccato dell’universo polivalente di Prada. Frutto della collaborazione con 2x4, lo studio di design con sede a New York e a Pechino, la mostra contrappone l’accostamento tra grezzo e raffinato, che si materializza nelle scaffalature da Magazzino industriale rivestite di prezioso velluto di seta rosa. Lo sguardo d’insieme sulla mostra suggerisce un modo di concepire il lusso in cui moda e vita si intrecciano attraverso la storia, l’arte, lo sport, l’architettura e il suono.

COSA PRESENTA LA MOSTRA?

Nel corridoio principale del Magazzino sono esposti circa 200 look uomo e donna, in un percorso che va dalla prima collezione ai giorni nostri. Alcuni di questi capi sono rimasti lontani dagli occhi del pubblico per più di trenta anni. La selezione dei look è stata effettuata con cura da Raf Simons, da sempre grande appassionato del brand, diventandone poi co-direttore creativo.

Dal Magazzino si diramano una serie di stanze progettate per evocare spazi dal sapore e dallo stile inconfutabilmente Prada, che fungono da punti focali per approfondire vari episodi di questo mondo multidimensionale.

L’ingresso in velluto verde, progettato per richiamare le fondamenta dello stile Prada, presenta una fotografia originale di Andreas Gursky, che ritrae una parete emblematica di una delle prime boutique del marchio.

FRATELLI PRADA dà nuovamente vita a una parte dell’originario negozio Fratelli Prada di Milano, tramite la proiezione di video di molti degli oggetti originali, l’esposizione di tre borse recentemente reinterpretate e la riproduzione degli affreschi murali commissionati da Mario Prada nei primi anni Venti.

PRADA A MILANO contiene oltre trenta immagini catturate dal grande fotografoAlbert Watson ed esemplari della prima collezione in Nylon di Miuccia Prada.

GALLERY presenta, per la prima volta, due nuove opere d’arte dell’artista britannico Damien Hirst: 31 tra le borse più preziose dell’archivio Prada sono racchiuse in una delle iconiche teche dell’artista e una borsa Galleria disposta in una teca proveniente dalla serie Natural History di Hirst. Questa collaborazione simboleggia il rapporto di Prada con alcuni degli artisti piùimportanti, che va oltre la moda.

GREEN STORE ricrea parte dell’iconico allestimento del negozio Prada e presenta un excursus cronologico delle calzature più rilevanti.

CINEMA presenta un palinsesto ininterrotto di collaborazioni tra Prada e i registi Ridley Scott, Wes Anderson, David O. Russell, Yang Fudong, e molti altri.

VITRINE racchiude 20 borse significative dell’archivio Prada, sottolineando le silhouette ormai iconiche per il marchio. Dalla borsa Galleria alla Cleo, un susseguirsi di forme che rivelano una profonda sensibilità formale, propria di Prada, e l’impeccabile maestria artigianale che le ha rese così famose.

ARCHITECTURE rende visibili al pubblico documenti mai esposti prima relativi ai progetti architettonici di maggior rilievo di Prada ad opera degli architetti Rem Koolhaas/OMA, Jacques Herzog/Herzog & de Meuron e non solo.

MATERIALITY svela 20 gonne, mai esposte prima, create in esclusiva per Pradasphere, a riprova della straordinaria abilità artigianale e della sorprendente varietà materica di Prada.

LUNA ROSSA, il team velico di Prada, è la dimostrazione di quanto il marchio sia attivo e profondamente coinvolto nei propri progetti. La passione per questo sport è autentica e ciò viene comprovato, tra le altre cose, dalla presenza di un simulatore grazie al quale gli ospiti possono immergersi nell’ambiente delle regate dell’America’s Cup insieme alle uniformi di Luna Rossa e altro ancora.

LINEA ROSSA è un’estensione della storia tecnica che comprende un’intera serie di capi di abbigliamento caratterizzati dall’inconfondibile emblema rosso. Lo spirito innovativo di Prada giunge in profondità fino allo sviluppo tecnico e alla competizione ai massimi livelli.

RE-NYLON esplora il lavoro di Prada nello sviluppo di materiali sostenibili. L’allestimento comprende diversi look Re-Nylon, insieme a filmati che mostrano la collaborazione del brand con National Geographic, in un’esplorazione approfondita delle possibilità strutturali e circolari del materiale.

FONDAZIONE PRADA consente una panoramica di 30 tra le mostre più memorabili allestite alla Fondazione Prada. Presentazioni pionieristiche e libri ambiziosi rivelano la profondità e l’ampiezza del rapporto curato costantemente da Prada con la cultura, spaziando dalle belle arti, al cinema, alla musica, alla scienza e alla tecnologia.

Il PRADASPHERE CAFFÈ, arredato in velluto e marmo, è l’ultima area della sala principale, dove gli ospiti possono gustare caffè, cocktail e snack tipici italiani. Un ambiente lussuoso caratterizzato da proiezioni sulle pareti che mostrano un’ampia selezione di spazi inconfutabilmente Prada, tra cui molte delle location delle sfilate degli ultimi decenni.

Lo Start Museum di Shanghai dispone infine di due vagoni ferroviari storici che saranno utilizzati per ospitare uno speciale gift shop e un’area adibita a workshop.

Ad accompagnare questa esperienza, il musicista elettronico di fama mondiale Plastikman, noto anche come Richie Hawtin, creatore di un paesaggio sonoro ad hoc che segue l’incedere degli ospiti nella mostra e si svela a poco a poco.

La mostra non è uno spettacolo, ma un’esperienza profonda dalla varietà sorprendente, un ritratto di Prada attraverso una serie di elementi che si offrono a uno sguardo ravvicinato e ne sottolineano l’ospitalità. Il susseguirsi di elementi permette di scoprire i temi e le idee ricorrenti al centro del mondo Prada: alcuni mettono in luce la maestria della manifattura artigianale, altri le molteplici contraddizioni estetiche che sono il cuore stesso del brand, altri ancora l’intento costante di Miuccia Prada e Raf Simons di sfidare la concezione tradizionale del lusso. La mostra traccia nuove prospettive su una storia lunga 110 anni. Per i visitatori, è un’occasione irripetibile di conoscere da vicino il passato, il presente e il futuro di Prada.

Lo Start Museum è stato inaugurato nel dicembre 2022 dopo un’ambiziosa ristrutturazione firmata da Jean Nouvel e si trova nell’edificio storico della stazione ferroviaria di Nanpu, un nodo di trasporto che collega mare e terra risalente al 1907. Situato sulla sponda occidentale del fiume Huangpu, lo Start Museum è un’integrazione briosa nel distretto di Xuhui. Pradasphere II rappresenta la prima mostra di questo tipo allestita presso il museo.

Per accompagnare la mostra, sarà ideato e pubblicato un nuovo libro che illustra il contenuto del Magazzino mediante un inventario immersivo, con prefazione ad opera di Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, nonché riflessioni sulla cura dell’archivio da parte di Raf Simons e un saggio scritto da Michael Rock.

La mostra Pradasphere II sarà gratuita e aperta al pubblico dal 7 dicembre 2023 al 21 gennaio 2024 presso lo Start Museum al seguente indirizzo: 111 Ruining Road, distretto di Xuhui.

DOWNLOAD PDF

Grazie per esserti registrato