MEDIA

Comunicati stampa e Documenti

brand-prada-group

IL GRUPPO PRADA AL NATIONAL GEOGRAPHIC FEST CON SEA BEYOND

17 novembre 2023

Milano, 17 novembre 2023 – SEA BEYOND, il programma educativo promosso dal Gruppo Prada e dalla Commissione Oceanografica Intergovernativa (IOC) dell'UNESCO per sensibilizzare sui temi della sostenibilità e della preservazione dell’oceano, ha partecipato oggi, nella giornata inaugurale, alla seconda edizione del NATIONAL GEOGRAPHIC FEST, in programma fino al 19 novembre a Milano, presso CityLife Anteo e CityLife Shopping District.

Il tema di questa edizione, che celebra il 25° anniversario di National Geographic Italia, è «Il capitale naturale»: oltre 30 appuntamenti, con più di 60 ospiti, compresi alcuni dei più importanti Explorer italiani, affrontano i principali aspetti dell’impatto sull’ambiente.

SEA BEYOND ha preso parte alla manifestazione con due momenti finalizzati a sottolineare l’importanza dell’educazione all’oceano (ocean literacy) per le nuove generazioni. Protagonista di entrambi è stato Giovanni Chimienti, biologo marino e National Geographic Explorer, autore della scoperta del corallo nero – specie molto rara che indica un ecosistema pressoché incontaminato – nelle acque delle Isole Egadi, al largo di Marettimo tra i 60 e i 500 metri di profondità. Il Gruppo Prada, nell’ambito di SEA BEYOND, ha sostenuto la divulgazione degli studi del ricercatore e la sua scoperta, con l'obiettivo di condividerne i risultati, diffondere i principi di ocean literacy e ispirare le nuove generazioni a proteggere il mare. La storia della ricerca scientifica è oggetto del documentario “Il Bianco nel Blu”.

Nel primo intervento, Giovanni Chimienti, in conversazione con Sofia Pasotto – giovane attivista del clima – ha raccontato del proprio lavoro di ricercatore e dell’incontro con SEA BEYOND, con cui condivide l’obiettivo di contribuire alla preservazione dell’oceano attraverso la condivisione della conoscenza della biodiversità marina. Chimienti ha commentato “Il mio desiderio è far sì che sempre più giovani scoprano la meraviglia del nostro mare e la sua straordinaria vivacità perché solo conoscendolo si può capire l’importanza della necessità di tutelarlo e adottare comportamenti responsabili per la sua conservazione”.

Durante il secondo appuntamento dedicato a SEA BEYOND è stato proiettato il documentario “Il Bianco nel Blu” – presentato per la prima volta lo scorso luglio nella suggestiva cornice di Marettimo –, che racconta la storia della ricerca scientifica del biologo e del suo team di sub, tecnici e scienziati, attraverso tre spedizioni. Parte integrante della storia è il coinvolgimento della comunità locale a seguito della scoperta e le attività di ocean literacy condotte con i giovani dell’isola, per far comprendere loro la rarità dell’ecosistema e la necessità di preservarlo.

La proiezione è stata preceduta da un’introduzione di Marco Cattaneo, Direttore di National Geographic Italia, Giovanni Chimienti e Francesca Santoro, IOC/UNESCO Senior Programme Officer.

Nel corso del suo intervento Francesca Santoro ha fornito un aggiornamento su un altro progetto legato a SEA BEYOND, il “Kindergarten of the Lagoon” – “Asilo della Laguna”, giunto alla seconda edizione, in programma da novembre 2023 a giugno 2024. Dedicato ai bambini in età prescolare di Venezia, il programma educativo si pone l'obiettivo di aiutarli a creare un legame con l'ecosistema lagunare attraverso i principi di outdoor education. Il percorso coinvolge due scuole, la Scuola dell’Infanzia Sant’Elena e la Scuola dell'Infanzia Aquilone, per un totale di 80 bambini. I piccoli studenti hanno iniziato le attività all’aperto questa settimana presso Vignole e Forte Marghera. Verranno inoltre realizzate escursioni in altre aree lagunari, come il Lazzaretto Nuovo, Campalto, il Museo di Scienze Naturali di Venezia ed il Lido.

Tra le novità di quest’anno, l’Asilo, con l’obiettivo di rendere autonome le insegnanti sulle buone pratiche dell’educazione all’aperto, ha intrapreso un percorso di collaborazione con la pedagogista Michela Schenetti dell’Università di Bologna, specializzata in outdoor education e place-based learning, in accordo con le linee pedagodiche per il sistema integrato “zero-sei” sviluppate dal Ministero dell'Istruzione e del Merito. Sono inoltre allo studio sistemi di valutazione, basati su parametri scientifici, delle competenze acquisite dai bambini durante le attività, attraverso la collaborazione con un team multidisciplinare e con la supervisione della Prof. Viviana Langher dell’Università “Sapienza” di Roma, esperta in psicologia dinamica e clinica. 

DOWNLOAD PDF

Grazie per esserti registrato