Fur Free

IL GRUPPO PRADA ANNUNCIA L’ADOZIONE DI UNA POLITICA FUR-FREE E ADERISCE AL PROGRAMMA INTERNAZIONALE FUR FREE RETAILER

Il Gruppo Prada comunica che, a partire dalle collezioni Donna Primavera/Estate 2020, non utilizzerà più pellicce animali nella realizzazione di nuovi prodotti. In questo contesto, è opportuno precisare che il Gruppo Prada continuerà a vendere pelle e prodotti derivati dal commercio delle carni (esempio: pelle di pecora e di vitello). Lo stock continuerà ad essere oggetto di vendita fino ad esaurimento. L’annuncio è diffuso in collaborazione con la Fur Free Alliance (FFA), il network che riunisce più di 50 organizzazioni che si battono per la protezione degli animali in oltre 40 paesi, ed è frutto di un dialogo positivo intercorso tra il Gruppo, i membri di FFA, LAV e The Humane Society of the United States.

“L’innovazione e la responsabilità sociale sono parte dei valori fondanti del Gruppo Prada e la decisione di sottoscrivere la politica fur-free - frutto di un dialogo costruttivo con Fur Free Alliance e in particolare con LAV e con The Humane Society of the United States - rappresenta un importante traguardo nell’ambito di questo nostro impegno”, ha dichiarato Miuccia Prada. “La ricerca e lo sviluppo di materiali alternativi consentirà all’azienda di esplorare nuove frontiere della creatività e di rispondere, allo stesso tempo, alla domanda di prodotti più responsabili.”

download
Comunicato Stampa
  • IT
  • EN
Faq
  • IT
  • EN